Claudio for Expo

ICH Sicav

 

“Sagre Ossola”, l’alleanza tra eventi per promuovere il territorio

Scritto da Paola Montonati

Le sagre ossolane, hanno deciso di unirsi per darsi ulteriore slancio e valorizzare al meglio il territorio e per farlo hanno firmato a metà Maggio, un vero e proprio protocollo d'intensa.

Si sono riunite anche sotto un solo logo, e si propongono con una nuova veste rinnovata, al passo con i tempi con un sito aggiornato e una app dedicata.

Nato nel 2013 con lo scopo di promuovere i prodotti ossolani, il Coordinamento organizzatore, che raggruppa tutte le feste enogastronomiche con prodotti locali, da otto appuntamenti nel corso degli anni è salito ai quattordici di questa edizione, con l'inclusione nel programma di la Balafest e Biancolatte.

L'intento è quello di dare una visibilità maggiore al territorio, lavorando in gruppo consentendo non solo di condividere idee, attrezzature e volontari ma anche, salvaguardare e promuovere il prodotto locale, forte di centinaia di anni di storia; di proporre la zona come prodotto unico fuori dai confini ossolani e di pubblicizzare tutte le feste per dare un'ulteriore spinta per promuovere il turismo. Inoltre da quest’anno SagreOssola, sostiene l’Associazione Terra Donna, sarà presente all’interno di ogni festa e sagra del gruppo e promuovere la propria attività di sostegno alle donne vittime di violenza.

Si inizierà già il prossimo 2 giugno, con la “Sagra della ciliegia” di Anzola. Nata, senza pretese, nel lontano 1947 per opera dell'anzolese Carlo Peretti. Una sagra che per Anzola è diventata motivo di grande orgoglio, considerando che il territorio può vantare una precoce maturazione delle ciliegie nonostante il rigido inverno, spesso senza sole, diventando nota come “il paìs di cerès”. Una manifestazione che vedrà tre giorni di festa da venerdì 2 giugno a domenica 4.

Il 10 e 11 giugno sarà la volta di Montescheno, in Valle Antrona, dove viene coltivata la segale nel campo sperimentale, per essere poi impiegata nella preparazione di gnocchi, tagliatelle e pane cotto nel forno antico.

Il 18 agosto, il gruppo alpini di Creavoladossola e Preglia proporrà in zona Oasi, la sagra delle lumache allevate in loco e nutrite con metodi naturali. Cucinate in tutti i modi possibili

all’ossolana con polenta, alla bourgogne, alla bretone, a spiedini di lumache fritte, con le lasagne , alla griglia, pasta al sugo di lumache e al pomodoro.

Dal 25 al 28 agosto la Sagra della patata di Montecrestese, appuntamento sentito in valle, che ogni anno fa registrare una forte affluenza. Patate a Km0, coltivate nel territorio montecrestese,

Con l'arrivo dell'Autunno è sinonimo i prodotti del bosco, il 2-3 Settembre tocca infatti a Bognanco, nella centrale Piazza delle Fonti, con la sagra del Mirtillo, prodotto tipico locale, che cresce spontaneamente nel territorio. Frutto di bosco utilizzato al naturale, sia per guarnire dolci che come tocco di classe nei primi piatti. Ricco di proprietà benefiche antiossidanti, antinfiammatorie e vasodilatatorie. Al centro di studi e presente in ogni dieta.

Dal 7 all'11 settembre la festa dell'uva di Masera, la più antica con i suoi 90 anni di storia. È un’occasione importante anche per le mostre di pittura e fotografia nell’Oratorio di S. Abbondio, per le specialità gastronomiche: dalla Pasta e Bajan rustia, riconosciuta DeCO, alle specialità della griglia, con il tipico “mutun à la saü”, alle serate dedicate alle torte, alla polenta e al bollito misto; e per le tradizioni: l’apertura della festa, con la tradizionale scenetta “Tira Martìgn che ul bhò u gigna” recitata dai bambini al mercoledì sera, i tradizionali fuochi d’artificio del sabato sera, la grande sfilata della domenica pomeriggio, con carri, bande e gruppi folk provenienti da tutta Italia, e per finire lo spettacolare palio degli asini.

Dal 15 al 17 Settembre sarà la volta della “Sagra del fungo” di Trontano, altro prodotto dei boschi ossolani. Area festa attrezzata nel bosco, proprio sotto le fronde degli alberi. Funghi per ogni gusto, dal classico risotto, con la polenta, fritti, trifolati, da gustare con tipico pane nero i salumi e formaggi locale, e per finire con le torte o con i “credenzign”, il tradizionale dolce col pane nero cotto negli antichi forni a legna.

Una particolare attenzione è sempre data alla cultura, con spazi dedicati a mostre, esposizioni, concorsi, artigianato locale.

Il fine settimana seguente sarà la volta della “Balafest”, la festa della birra fatta in Val d'Ossola, presso la Prateria di Domodossola. Una manifestazione che per promuovere la birra del “Birrificio Balabiòtt” attivo dal 2014, e di altri microbirrifici fortemente legata al territorio e altri prodotti ossolani, inseriti nei menù nei tre giorni di festa. Il tutto condito da musica dal vivo. Oltre all’associazione promotrice della festa sono coinvolte nell’organizzazione altre realtà presenti nel territorio, proprio per stringere il più possibile il legame che unisce prodotti, produttori e popolazione.

23-24 settembre in quel di Antrona, la “Sagra della Noce”. Altro prodotto del territorio, presentato nei suoi vari utilizzi. Pranzo a base di noci e prodotti del territorio. Percorsi di Degustazioni, musica e spazi culturali. Convegni incontri, dibattiti a tema.

Il 1 ottobre, la sagra della polenta, a Beura Cardezza, nella frazione di Cuzzego, a pochi chilometri da Pallanzeno, ai limiti del Parco della Val Grande. Antipasti, stuzzichini, polenta accompagnata da tapelucco d’asino, capriolo in umido, spezzatino, salsiccia e fagioli, salamini, nostrano e gorgonzola ed il prodotto artigianale esclusivo, i Frigait. Dulcis in fundo torte e biscotti a base di farina di mais.

Il 7 e 8 ottobre a Seppiana, una delle frazioni che formano Borgomezzavalle in Valle Antrona, la “Sagra della Castagna”, prodotto che abbonda tra i boschi e le montagne del territorio.

Domenica 8 ottobre a Varzo, sarà la volta della "Scaria degli asinelli". L’asino è uno dei simboli del paese e gli allevatori sono ancora presenti in buon numero. A Giugno, gli allevatori portano gli asini negli alpeggi, ad Ottobre invece vengono riportati nei pascoli a quote più basse e questa tradizione, scandita anche dal clima stagionale è detta la “scaria” ovvero, la scarica degli asinelli dagli alpeggi.

La manifestazione in Piazza Pietro Bono, nelle immediate vicinanze della Chiesa Parrocchiale e vede in rassegna gli esemplari dei vari allevamenti della Valle Divedro, il tutto accompagnato da canti, esibizioni musicali e distribuzione della tipica polenta con prodotti locali.

In una territorio di montagna con animali non poteva certo mancare una sagra dedicata al formaggio, ecco “Biancolatte”. Legato storicamente alla Fiera Zootecnica e a Crodo d’Autunno, questo appuntamento stagionale si reinventa nel 2017 con alcune importanti novità legate al prodotto tipico tradizionale di questo spicchio d’Ossola, il formaggio e a uno dei suoi tesori il “Bettelmatt”.

Non ci sarà solo il formaggio simbolo dell'alta Val d'Ossola, ma si andrà alla scoperta di veri e propri tesori della gastronomia casearia. Passando dall’esposizione delle vacche alla valorizzazione dei prodotti che derivano dal loro allevamento, dal latte al formaggio, dallo yogurt al gelato.

Una ricca mostra mercato, ospitata per tutta la giornata di domenica 15 ottobre nel Foro Boario di Crodo; una eccezionale merenda sinoira, tradizione piemontese che anticipò di oltre 150 anni l’apericena contemporaneo con il contributo degli chef di “Cooking for Alp”. Un’escursione per famiglie e bimbi lungo meravigliose mulattiere, alla ricerca dell’oro di un passato dimenticato.

Ultima in calendario la Sagra Mele&Miele, a Baceno il 27-28-29 Ottobre. La mostra del prodotto semplice, di piccola produzione agricola ma naturale, naturalissimo; prodotto a Baceno e dintorni, nel Parco Naturale dell’Alpe Devero, in questo territorio, praticamente incontaminato. Oltre ai prodotti agricoli, saranno presenti quelli artigianali di legno, quello scolpito sulla pietra o ricamato a mano. Oltre 100 bancarelle tipiche e locali, in bella mostra, che da oltre vent’anni rendono varia e vera questa Sagra, una delle prime a parlare di naturale e di biologico.

Tutte le informazioni sono sul sito www.sagreossola.it.

E’ disponibile anche la nuova app: Ossoland.

 

Letto 804 volte

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti