• Italy now and next. Milano e la Lombardia accettano la sfida
    Italy now and next. Milano e la Lombardia accettano la sfida E’ già una notizia di per sé quella di vedere l’Italia fare sistema all’estero, capita infatti raramente di assistere ad un ben organizzato gioco di squadra tra istituzioni differenti e rappresentate per giunta da politici di diversa estrazione e provenienza. Il tutto per portare a casa un risultato. La miccia che ha acceso tale virtuosa sinergia è come noto Brexit. Londra ha finalmente avviato le procedure formali di separazione dalla UE e le istituzioni italiane, lombarde e milanesi, guidate dai ministri Angelino Alfano e Pier Carlo Padoan, dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, sono sbarcate nella City, nella sede di Bloomberg per la precisione, per mettere in atto una energica azione di marketing nazionale/regionale/milanese. Incontri one-to-one o comunque bilaterali con una selezionata…

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

Home Page

Home Page (8004)

E’ già una notizia di per sé quella di vedere l’Italia fare sistema all’estero, capita infatti raramente di assistere ad un ben organizzato gioco di squadra tra istituzioni differenti e rappresentate per giunta da politici di diversa estrazione e provenienza. Il tutto per portare a casa un risultato. La miccia che ha acceso tale virtuosa sinergia è come noto Brexit. Londra ha finalmente avviato le procedure formali di separazione dalla UE e le istituzioni italiane, lombarde e milanesi, guidate dai ministri Angelino Alfano e Pier Carlo Padoan, dal presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e dal sindaco di Milano Giuseppe Sala, sono sbarcate nella City, nella sede di Bloomberg per la precisione, per mettere in atto una energica azione di marketing nazionale/regionale/milanese. Incontri one-to-one o comunque bilaterali con una selezionata schiera di investitori internazionali ed un incontro plenario con un folto pubblico proveniente soprattutto dal mondo della finanza, delle banche,…
La seconda torre di Citylife (lo Storto di Hadid) è ormai ultimata, mancano solo le finiture interne degli ultimi dieci piani. Ai suoi piedi si erge l’immenso podium: tre piani di centro commerciale con sette sale cinematografiche e 17 ristoranti, in una maxistruttura quasi spaziale, disegnata come fosse il «colpo di coda» delle architetture in movimento, in quel rompicampo di inclinazioni, torsioni e rotazioni che rendono la Hadid la torre più sofisticata della città (in attesa di vedere l’ultima costruzione Citylife, il Curvo di Libeskind, ancora senza tempi certi). La data d’inaugurazione dell’intero polo commerciale è confermata a novembre, incluse le zone già concluse come l’area ribassata di piazza Tre Torri e l’«asse Galantino», promenade di negozi interrata (ma scoperta) verso piazza VI febbraio. Dopo l’estate inizieranno i traslochi dei tre mila dipendenti Allianz nella torre Isozaki (il Dritto), seguiti da altrettanti colleghi di Generali nello Storto (2018). All’interno del…
Ieri a Bellinzona è andato in scena un incontro Istituzionale ad alto livello tra Lombardia e Ticino. Ospite del Gran Consiglio della Repubblica e Cantone Ticino guidato dal Presidente Fabio Badasci, una delegazione di Regione Lombardia con alla testa Francesca Brianza, assessore e delegata ai Rapporti con la Svizzera, che ha dichiarato: "sui nostri territori pende la spada di Damocle della revisione degli accordi bilaterali di cui purtroppo nessuno conosce ancora i contenuti definitivi. Nel frattempo lavoriamo per consolidare le relazioni con la Svizzera ma anche per tutelare i nostri oltre sessanta mila lavoratori frontalieri e le nostre imprese artigiane competenti e qualificate”. Il momento è importante e delicato e con molte questioni aperte tra i due Paesi confinanti. “Quello di oggi (ieri, n.d.r.)- continua Brianza - rappresenta un momento molto importante di confronto e dialogo tra il Consiglio Regionale lombardo e il Consiglio di Stato del Canton Ticino. Dopo…
La comunicazione e il rapporto con la politica e le istituzioni, tra tv, web e social media, sarà la trama di un convegno che si terrà in Regione Lombardia settimana prossima (vedi info in fondo all’articolo) promosso dal consigliere regionale di Forza Italia Luca Marsico. «Sarà un viaggio a trecentosessanta gradi nel mondo della comunicazione partendo dalla nascita della TV sia pubblica che delle prime TV private per arrivare ad internet, alla produzione di documentari web ed alle nuove modalità di comunicazione attraverso i social media in rapporto con la politica e la pubblica amministrazione», ha detto Luca Marsico presentando l’evento. «Non mancherà uno sguardo oltre oceano – ha continuato Luca Marsico - data la presenza del giornalista e blogger Alessandro Nardone con la sua controfigura Alex Anderson od il racconto dell'innovativo modo di comunicare del Presidente USA Donald Trump. Fra gli esempi italiani e non solo di innovazione in campo sia televisivo che…
Fare ordine in una biblioteca è sempre una operazione complessa, talvolta fastidiosa, richiede tempo, pazienza e fatica, ma spesso e volentieri si rivela un appassionante e inaspettato viaggio nei ricordi tra documenti, appunti e libri dimenticati. La stessa cosa che succede quando in giro ci troviamo per caso a leggere lapidi, targhe e iscrizioni di periodi del lontano passato e che ricordiamo a mala pena. A me è recentemente capitato di vivere entrambe queste situazioni, ho trovato infatti un libro semidimenticato in un ripiano di una polverosa libreria e che tratta appunto di lapidi e iscrizioni commemorative. Per la precisione quelle che si trovano sotto i portici di Palazzo Estense a Varese, oggi sede, per chi non lo sapesse, del municipio. Chissà quante volte noi varesini siamo passati da quelle parti e tra un ufficio e l’altro, distratti e pensierosi, abbiamo lanciato qualche sguardo incuriosito e fuggente a quelle più…
Immerso tra le verdi colline della Valle Staffora, nell’Oltrepò Pavese, l’Eremo dedicato a Sant’Alberto è un piccolo capolavoro medievale ricco di storia e leggende. La sua costruzione venne iniziata dallo stesso Sant’Alberto, forse un membro del casato dei Malaspina, che venne ad abitare in solitudine nella valletta del Borrione nel 1030, dopo aver guarito miracolosamente il figlioletto muto del marchese di Casasco, che in segno di riconoscenza gli edificò una chiesa consacrata alla Madonna in cui Sant’Alberto e i suoi seguaci potevano celebrare i divini uffizi. Costituiti in comunità, gli eremiti costruirono il monastero di cui oggi sono rimasti un’ala, il cosiddetto chiostrino e il pozzo, l’abate era Sant’Alberto, che vi rimase fino alla morte avvenuta nel 1073. Nel frattempo l’Eremo, alle dirette dipendenze del Papa, divenne molto potente a livello sia spirituale che temporale, con varie dipendenze situate nelle attuali provincie di Piacenza, Pavia, Alessandria e Genova. Dopo la morte di…
Archiviate le polemiche in casa leghista sulla proposta di Roberto Maroni, d’accordo il sindaco Giuseppe Sala, di liberare il Pirellone per far posto ad EMA, il sistema Milano-Lombardia prosegue la sua corsa per trarre il maggior vantaggio possibile da Brexit. Milano e la Lombardia sono pronte ad accogliere l’Agenzia europea del farmaco (EMA) e le sedi dell’Autorità bancaria europea (EBA) e della Divisione della Corte europea dei brevetti. Sono infatti queste tre le proposte tra le più importanti contenute nella Risoluzione sul programma di lavoro della Commissione europea (relatore il presidente della Commissione Bilancio Alessandro Colucci, Lombardia Popolare), documento che elenca le priorità d’azione per il territorio e individua spunti e raccomandazioni per rilanciare l’azione regionale in ambito europeo. Il documento è stato approvato ieri con 43 voti favorevoli, 8 contrari, 4 astenuti e 21 i consiglieri che non hanno partecipato al voto. La Risoluzione è stata approvata con i…
“Duecento produttori, mille etichette in degustazione: i numeri sono quelli di un comparto in costante crescita, in termini produttivi e di valore. Quest’anno abbiamo cercato di porre l’attenzione su un dato fondamentale, la crescita delle esportazioni. La Lombardia, prima in assoluto per produzione di qualita’, si avvicina al 90 % di denominazioni protette. In un contesto del genere i mercati che si aprono sono quelli internazionali, tanto che la crescita e’ esponenziale per export, per quantita’ ma non ancora valore come ci piacerebbe. La grande sfida sara’ quella di lavorare perche’ aumenti valore del venduto e non solo la quantita’, credo ci siano le carte in regola per poterlo fare”. Lo ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura Gianni Fava presentando ieri in Regione il padiglione lombardo a Vinitaly 2017, con Gian Domenico Auricchio, presidente di Unioncamere, e Maurizio Danese, presidente di Verona Fiere. “Ci siamo collocati su segmenti di mercato piu’ basso,…
Strana città Varese, con un centro storico di relative ridotte dimensioni e una vasta periferia o semiperiferia disseminata di tante castellanze e frazioni, quasi tutte un ricordo di quando questi borghi contigui erano comuni autonomi, inglobati poi nel nuovo capoluogo quasi un secolo fa. Il rapporto complicato tra centro e periferie, spesso dimenticate, è un problema vecchio come la Varese capoluogo. Una querelle che si trascina da decenni e che a fasi alterne è stata anche occasione di aspri confronti politici conditi da inevitabile campanilismo. Sono però le frazioni più piccole o più lontane quelle che fatalmente pagano o hanno pagato dazio al disinteresse, scontando alla fine evidenti condizioni di abbandono che sono sotto gli occhi di tutti. Bregazzana è forse l’esempio più chiaro. La ridente frazione montana all’imbocco della Valganna ha un interessante nucleo storico abbarbicato intorno alla parrocchiale di San Sebastiano e quasi interamente rivolto nella direzione di…
La prossima presentazione a Varese (vedi info e link a fondo pagina) de “Il grande atlante castellano del Verbano e del Ticino”, autore Marco Corrias, Macchione editore, ci spinge volentieri a parlare di questo libro anche qui, proprio per la valenza storica e identitaria dell’argomento trattato. Nella terra di mezzo tra il Verbano e il Canton Ticino, popolazioni divise solo da un lembo di terra e d’acqua, nei secoli hanno dato origine ad un patrimonio artistico, culturale e linguistico comune. Attraverso una fedele ricostruzione storica dei paesaggi, delle atmosfere perdute e della vita dei nostri antenati, il Grande Atlante Castellano del Verbano e del Ticino offre moltissimi spunti, originali e innovativi: descrizioni di antiche fortificazioni e di tesori artistici, storie di re e imperatori, ma anche di signori minori, dame, briganti e umanisti. Come e dove vivevano, in cosa credevano, cosa mangiavano. Viaggiatori e studiosi sono liberi di muoversi alla scoperta di un patrimonio spesso non noto…
Il dibattito sul futuro della città sbarca alla Stazione di Milano Porta Genova, nei giorni del Fuorisalone. Dal 3 al 9 aprile, al Fondo Corsa, di fianco alla passerella Biki, sarà allestita una grande mostra aperta alla città che esporrà gli scenari realizzati dai cinque studi di architettura che hanno partecipato al workshop di dicembre. L’esposizione, dal titolo “5 scenari in mostra a Milano”, organizzata da FS Sistemi Urbani in collaborazione con il Comune di Milano e la Regione Lombardia, é il risultato del workshop dello scorso dicembre “Dagli scali, la nuova città” che ha visto la partecipazione di oltre duemila persone e che ha ispirato cinque team multidisciplinari nell’immaginare la rigenerazione dei sette scali ferroviari dismessi. I lavori dei team EMBT (guidato da Benedetta Tagliabue), Mecanoo (Francine Houben), studio SBA (Stefano Boeri), MAD Architects (Ma Yansong) e CZA (Cino Zucchi), che recepiscono e interpretano le suggestioni arrivate dai vari…
La Milano del design espande i suoi confini e per l’edizione 2017 del Fuorisalone – in programma dal 4 al 9 aprile in concomitanza con il Salone del Mobile – porta a battesimo due nuovi Distretti (Cadorna e Isola) , che si aggiungono ai nove già esistenti. Oltre mille eventi animeranno la città per la Design Week, secondo una formula ormai consolidata da decenni, che vede un ricco palinsesto di iniziative spesso spontanee alternarsi al momento “business” della fiera, coinvolgendo operatori del settore, appassionati di design e semplici curiosi. Una formula che negli ultimi anni è stata ulteriormente valorizzata grazie a una regia unica che vede collaborare insieme il Comune di Milano, il Fuorisalone e il Salone. «La regia unica e il piano di accoglienza della Milano Design Week – ha detto infatti l’assessore alle Politiche del Lavoro Cristina Tajani –rappresenta un bell’esempio di collaborazione tra istituzioni pubbliche e soggetti…
Sostenere l’innovazione di tutta la Macroregione Alpina, aiutando in particolare le Pmi ad alto potenziale innovativo e in fase di crescita a trovare investitori. “E’ con questo obiettivo – spiega l’assessore regionale all’Universita’, Ricerca ed Open innovation Luca Del Gobbo – che abbiamo deciso di aderire alla piattaforma macroregionale ‘Alpine growth investment platform (AlpGIP)'”. “La Piattaforma – prosegue Del Gobbo – si dotera’ di un ‘Fondo dei Fondi’ pari a 70 milioni di euro complessivi, 40 conferiti dalle Regioni aderenti e 30 dal FEI, con la previsione di raccogliere possibili ulteriori investimenti, ad esempio da parte di Cassa Depositi e Prestiti SpA. Con la delibera di oggi, Regione Lombardia ha messo a disposizione 15 milioni di euro”. La Piattaforma seleziona cosi’ una serie di Fondi specializzati in investimenti sulle start up (sottoscrivono quote di capitale delle imprese scelte) e vi immette risorse proprie, per moltiplicare l’effetto sulle imprese del territorio,…
L’occasione per parlare, o meglio riparlare, delle potenzialità, della attrattività, degli asset e dei successi di Milano è stata offerta da una iniziativa di alto livello di finanza internazionale tenutasi questa mattina nel Palazzo della Regione Lombardia. Non a caso in questo luogo simbolo, perché la Regione è indubbiamente vista sempre di più in Italia e nel mondo come il baricentro del sistema lombardo e non solo per quanto riguarda lo stimolo al dibattito costruttivo sul futuro immediato della metropoli, ma anche appunto per la concretezza delle proposte e dei fatti emersi in questi recenti anni. Il messaggio uscito da questo evento è tutto un programma, "se il mondo sapesse di Milano, Milano sarebbe in cima al mondo", uno slogan appropriato per lanciarsi verso la “Milano Capitale Europea della Finanza”, un obiettivo che sta finalmente creando sistema, sul modello di expo. Nel corso della mattinata è stato presentato il “Global…
Una settimana calda per il popolo dell'arte quella che si apre oggi. Tra luci e qualche ombra. Il Pac, dopo anni di de profundis, finalmente inaugura una mostra che si annuncia degna della sua storia. Parliamo della prima antologica italiana di Santiago Sierra, artista concettuale non di facile fruizione e piuttosto strong in quanto a tematiche trattate, reportage di performance prevalentemente di natura sociopolitica. Non una mostra per tutti, dunque. Ma se non altro si tratta di un importante artista contemporaneo che merita di essere approfondito e il Pac (una volta tanto) è la sede giusta. La settimana calda ha il suo apice con l'inaugurazione del Miart, la fiera d'arte moderna e contemporanea, appuntamento atteso dai collezionisti e che in questi ultimi anni ha raggiunto livelli di eccellenza grazie al lavoro svolto dall'ex direttore Vincenzo De Bellis. I più attivi galleristi italiani sfoggeranno i pezzi migliori della loro scuderia, anche…
Un consiglio di amministrazione nuovo di zecca per Fiera Milano, con tanti manager ma a digiuno del business fieristico. I nove membri sono stati indicati dall’azionista di riferimento Fondazione Fiera Milano e provengono, per lo più, da esperienze manageriali. Come chiesto dalla procura di Milano che, ha fine 2016, ha disposto, per infiltrazioni mafiose, l’amministrazione giudiziaria, prima alla controllata Nolostand e poi, in misura parziale, a Fiera Milano. I nomi dei consiglieri sono Alberto Baldan (Grandi Stazioni) , indicato come presidente, Corrado Colli (manager Tecnogym), indicato come ad, Francesca Golfetto (docente alla Bocconi ed esperta di fiere), Stefania Chiaruttini, Lorenzo Caprio, Marina Natale, Elena Vasco, Gianpietro Corbari, Angelo Meregalli.  Fuori i vecchi consiglieri, l’ex ad Corrado Peraboni e l’ex presidente Roberto Rettani. I manager devono studiare Nel nuovo Cda solo Golfetto è una studiosa del settore fieristico, mentre i vertici, presidente e ad, non se ne sono mai occupati. E…
Il Museo del Tesoro si trova nella suggestiva collegiata di San Lorenzo a Chiavenna (SO), complesso risalente probabilmente al V secolo. Il porticato fu realizzato tra il XVII e XVIII  secolo con lo scopo di delimitare il cimitero e per creare uno spazio in cui effettuare le processioni. Sovrasta la collegiata il cinquecentesco campanile; sopra l’architrave del portale si trova lo stemma di Chiavenna. Dal porticato si accede al Battistero: il fonte, ricavato da un unico blocco di pietra ollàre, risale al 1156. La vasca è decorata da un rilievo che descrive la cerimonia del sabato santo. Il museo conserva un vasto corredo di paramenti e arredi sacri e un rarissimo codice musicale del XI secolo. Pezzo principale: la “Pace di Chiavenna” coperta di evangeliario del XI secolo in oro sbalzato, gemme, perle e smalti, che rappresenta ancora oggi un capolavoro complesso ed affascinante, giunto a noi da mani sapienti…
Una lunga e complessa tradizione accompagna la vicenda legata all’origine della colomba pasquale. Le più diffuse provengono dal settentrione e si aggirano intorno all’epoca longobarda. La Leggenda di San Colombano. Un’antica usanza che si è tramandata nel tempo a Milano, Pavia e dintorni, divulgandosi poi a macchia d’olio, riguarda il consumare una colomba di pane dolce per le festività pasquali. Tale tradizione pare essersi divulgata per celebrare il ricordo di San Colombano. La sua storia risale addirittura all’epoca longobarda, nel 612 d.C. e narra del suo arrivo in città (chi dice Pavia, chi Milano) e del sontuoso pranzo che gli venne offerto, ricco di selvaggina. Benché non fosse venerdì egli rifiutò quelle sostanze troppo ricche servite in periodo di penitenza (la leggenda vuole infatti che il tutto avvenisse in periodo quaresimale). La regina Teodolinda, non comprendendo il rifiuto di Colombano, si offese; ma ingegnosamente quest’ultimo riuscì a cavarsela affermando che…
Pagina 1 di 223

Claudio for Expo

ICH Sicav

 

 

 

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo

Scrivi alla Redazione

Puoi scriverci al seguente indirizzo:

bollentini@labissa.com

 

 

 

Seguici anche su:

Realizzato da: Cmc Informatica e Comunicandoti